Pizza di Pasqua

Ogni Regione ha le sue tradizioni in occasione delle varie festività.

Durante il periodo della Pasqua, per esempio, se ripercorriamo la nostra penisola ne vediamo davvero delle belle: dalla cassatella e cuddura siciliana, dalla cuzzupa calabrese alla pastiera napoletana, dalla ciaramicola di Perugia ai panini al latte del Friuli Venezia Giulia; per non dimenticare le colombe artigianali o le varie pizze dolci e al formaggio.

Qui a Favole di gusto pensavamo di proporvi la ricetta di una pizza pasquale che ha un impasto davvero unico e che viene servita di solito a colazione il giorno di Pasqua unitamente alla corallina stagionata, alle uova sode o al cioccolato, a seconda dei vostri gusti. Essendo infatti poco dolce si abbina sia a cibi dolci che salati.

E,comunque, è ottima in qualunque periodo dell’anno.

Segnate subito gli ingredienti che vi occorrono:

4 uova;

1 panetto di lievito di birra;

700 gr di farina; 300 gr di zucchero;

la buccia grattugiata di un’arancia e di un limone;

1 bicchiere di latte;

1 tazzina di rum o cognac;

un pizzico di sale;

a scelta 200 gr di burro o un bicchiere di olio di semi di girasole.

Procedimento:

Iniziate sempre montando bene nella planetaria le uova con lo zucchero.

Dopo cambiate le fruste e prendete quelle a spirale, poiché l’impasto di questa pizza risulterà molto elastico.

Sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido e unitelo alle uova montate con lo zucchero aggiungendo poi gradatamente nella planetaria tutti gli altri ingredienti.

Dopo trasferite l’impasto in una pentola alta e lasciatela lievitare per qualche ora, meglio anche una nottata o una giornata intera.

Quando sarà raddoppiata di volume trasferitela nello stampo infarinato per le pizze pasquali, avete presente quale? Quello leggermente ad imbuto e di alluminio! Fatto apposta per queste pizze lievite. Per la pizza che vedete in foto  lo stampo è largo 24 cm ed alto 11 cm.

Infornate in forno statico a 160° per 1 ora e ¾.

Non dovete mai aprire il forno prima di un’ora e mezza, la nostra pizza pasquale necessita di molto tempo per diventare alta e soffice; solo dopo potrete testare la cottura con uno stecchino lungo.

Sfornatela e mettetela a raffreddare su una gratella.

Potete preparare la vostra pizza anche qualche giorno prima di Pasqua, dovete solo avere l’accortezza di farla freddare per bene.

Poi, dopo averla chiusa in un sacchetto per alimenti, potrete confezionarla con ovetti di cioccolato, rami di pesco, pulcini pasquali e tutto ciò che la vostra fantasia vorrà suggerirvi.

Sarà sicuramente un gradito pensiero per amici o parenti.

 

 

Condividi su facebook

Un commento su “Pizza di Pasqua”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *