Pangoccioli

Ingredienti

150 gr di farina 00 setacciata

450 gr di farina Manitoba setacciata

80 gr di zucchero semolato

1 uovo e 1 tuorlo

90 gr d burro morbido

100 gr di gocce di cioccolato

10 gr di lievito di birra fresco

10 gr di sale fino

1 cucchiaio di miele

1 bustina di vanillina

1/2 fiala di aroma d’arancia

100 ml di acqua

150 ml di latte

Scorza di un’arancia non trattata o di un limone bio

un tuorlo e del latte per spennellare

Procedimento

Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida.

Nella planetaria versate tutti gli ingredienti lasciando da parte la farina,il sale,il burro a tocchetti , l’acqua con il lievito e le gocce di cioccolato.

Mescolate un pochino per amalgamarli, dopo di chĂ© versate la farina gradualmente, l’acqua con il lievito sciolto ed il sale. Una volta che tutta la farina sarĂ  assorbita dai liquidi aggiungete il burro un poco alla volta. Fate andare la planetaria a velocitĂ  moderata fin quando l’impasto non si staccherĂ  dai bordi. Se dovesse risultare troppo appiccicoso aggiungete 1 o al massimo 2 cucchiai di farina e fatela assorbire.

Quando l’ impasto sarà compatto aggiungete le gocce di cioccolato.

Trasferitelo su una spianatoia ed impastate a mano un paio di minuti, dopo di chĂ© mettetelo in una ciotola, copritelo con pellicola trasparente e lasciatelo lievitare 4 ore lontano da correnti d’aria.

Trascorso il tempo, l’impasto dovrĂ  risultare bello gonfio. Trasferitelo su una spianatoia e dividetelo in tanti panetti da 60/70 grammi.

A questo punto formate le palline e disponetele ben distanziate su una teglia rivestita da carta forno.

Lasciatele lievitare coperte da pellicola per altre due ore dentro al forno con la luce accesa, altrimenti sulla base del forno mettete una pentola con l’acqua bollente.

Passate le 2 ore, tiratele fuori dal forno e spennellate i vostri pangoccioli con tuorlo e latte.

Infornate, in forno preriscaldato, a 180° per 20 minuti.

Pane fatto in casa

Ingredienti:

500 g di farina 00

250 ml di acqua

5 g di lievito di birra

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaio di olio evo

Procedimento

Preparate la planetaria con gancio per impastare.

Fate sciogliere il lievito nell’acqua appena tiepida poi mettete nella planetaria la farina ed aggiungete gradualmente prima l’acqua col lievito di birra poi gradatamente tutti gli altri ingredienti.

Lasciate andare la planetaria per 15/20 minuti fin quando tutti gli ingredienti non si saranno amalgamati per bene e l’impasto si staccherà dai bordi della ciotola.

Trasferitelo su un piano infarinato e lavoratelo a mano per altri 5 minuti fino a formare un panetto.

Prendete una teglia e foderatela con carta forno ed adagiatevi sopra il vostro pane, spolverizzandolo con un po’ di farina.

A questo punto copritelo con un panno pulito ed una coperta e lasciatelo lievitare per 120/150 minuti. Trascorso il tempo il vostro pane dovrĂ  essere raddoppiato di volume.

Accendete il forno alla temperatura massima, nel frattempo aiutandovi con la punta di un coltello praticate 2 o piĂą tagli sul pane lievitato.

Infornatelo ed abbassate la temperatura a 170° quindi fatelo cuocere per 60 minuti.

Sfornate il vostro pane e lasciatelo freddare prima di tagliarlo ma se proprio non potete resistere alla tentazione di assaggiarlo conditelo con olio extra vergine di oliva e sale!

Ma attenzione! Potreste essere catapultati in una “Favola di gusto” e finirlo tutto in men che non si dica!

Pizza di Pasqua

Ogni Regione ha le sue tradizioni in occasione delle varie festivitĂ .

Durante il periodo della Pasqua, per esempio, se ripercorriamo la nostra penisola ne vediamo davvero delle belle: dalla cassatella e cuddura siciliana, dalla cuzzupa calabrese alla pastiera napoletana, dalla ciaramicola di Perugia ai panini al latte del Friuli Venezia Giulia; per non dimenticare le colombe artigianali o le varie pizze dolci e al formaggio.

Qui a Favole di gusto pensavamo di proporvi la ricetta di una pizza pasquale che ha un impasto davvero unico e che viene servita di solito a colazione il giorno di Pasqua unitamente alla corallina stagionata, alle uova sode o al cioccolato, a seconda dei vostri gusti. Essendo infatti poco dolce si abbina sia a cibi dolci che salati.

E,comunque, è ottima in qualunque periodo dell’anno.

Segnate subito gli ingredienti che vi occorrono:

4 uova;

1 panetto di lievito di birra;

700 gr di farina; 300 gr di zucchero;

la buccia grattugiata di un’arancia e di un limone;

1 bicchiere di latte;

1 tazzina di rum o cognac;

un pizzico di sale;

a scelta 200 gr di burro o un bicchiere di olio di semi di girasole.

Procedimento:

Iniziate sempre montando bene nella planetaria le uova con lo zucchero.

Dopo cambiate le fruste e prendete quelle a spirale, poiché l’impasto di questa pizza risulterà molto elastico.

Sciogliere il lievito di birra nel latte tiepido e unitelo alle uova montate con lo zucchero aggiungendo poi gradatamente nella planetaria tutti gli altri ingredienti.

Dopo trasferite l’impasto in una pentola alta e lasciatela lievitare per qualche ora, meglio anche una nottata o una giornata intera.

Quando sarà raddoppiata di volume trasferitela nello stampo infarinato per le pizze pasquali, avete presente quale? Quello leggermente ad imbuto e di alluminio! Fatto apposta per queste pizze lievite. Per la pizza che vedete in foto  lo stampo è largo 24 cm ed alto 11 cm.

Infornate in forno statico a 160° per 1 ora e ¾.

Non dovete mai aprire il forno prima di un’ora e mezza, la nostra pizza pasquale necessita di molto tempo per diventare alta e soffice; solo dopo potrete testare la cottura con uno stecchino lungo.

Sfornatela e mettetela a raffreddare su una gratella.

Potete preparare la vostra pizza anche qualche giorno prima di Pasqua, dovete solo avere l’accortezza di farla freddare per bene.

Poi, dopo averla chiusa in un sacchetto per alimenti, potrete confezionarla con ovetti di cioccolato, rami di pesco, pulcini pasquali e tutto ciò che la vostra fantasia vorrà suggerirvi.

SarĂ  sicuramente un gradito pensiero per amici o parenti.