Gnocchi di ricotta

 

Risalenti alla seconda metà del Cinquecento pare che gli gnocchi siano stati realizzati per la prima volta da parte di Cristoforo Messisbugo e Bartolomeo Scappi, due tra i più grandi cuochi del Rinascimento.

Originariamente chiamati i “maccaroni” , gli antenati dei nostri gnocchi venivano impastati con farina, pangrattato, acqua bollente e uova, poi passati “su il rovescio della gratugia”, proprio come si fa con gli odierni gnocchi di patate.

Oggi a Favole di Gusto vi presentiamo una variante con ricotta, segnate gli ingredienti per 4 persone:

Per gli gnocchi:

500 gr di ricotta

300 gr di farina

1/ 2 cucchiai di parmigiano

1 uovo

Sugo semplice con pomodoro e basilico:

1 litro di salsa di pomodoro

mezza cipolla

basilico

olio evo e sale q.b.

Procedimento

Se non lo avete già pronto preparate il sugo soffriggendo la cipolla in un tegame con un filo di olio extra vergine di oliva.

Fatela appassire un pò, quindi unite la salsa di pomodoro ed il basilico fresco.

Regolate di sale e lasciate stringere un pochino.

Ora dedicatevi alla preparazione dei nostri gnocchi.

Versate in una ciotola la ricotta scolando l’eventuale siero in eccesso e schiacciandola per bene con una forchetta.

Unite l’uovo ed il parmigiano e dopo averli mescolati amalgamate la farina un poco alla volta.

Quando l’avrete incorporata tutta trasferite l’impasto sul vostro piano da lavoro e cominciate a lavorarlo con le mani.

Quando diventerà liscio ed omogeneo cominciate a stenderlo con l’aiuto di un mattarello poi tagliate e cominciate a ricavare tanti filoncini di pasta che taglierete per ricavarne i singoli gnocchi.

Preparate un vassoio o un angolo del piano da lavoro cospargendolo con della farina.

Prendete l’apposita tavoletta per ripassarli uno ad uno (potete anche lasciarli quadrati se volete omettere questo passaggio che peraltro è ottimo per lavorare la pasta ulteriormente e far si che accolga meglio il sugo al momento del condimento).

Mano a mano che li lavorate passateli sul vassoio infarinato.

Proseguite fino ad esaurimento della pasta.

Portate ad ebollizione l’acqua, aggiungete il sale e tuffatevi dentro gli gnocchi.

Quando verranno a galla saranno pronti per essere conditi.

Impiattateli e serviteli con parmigiano grattugiato.

 

 

 

Condividi su facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *