Castagnole umbre

Ingredienti:

500 g di farina

3 uova LiberovoBio

6 cucchiai di zucchero semolato

1 tazzina di olio di semi

4 tazzine di latte

1 bustina di lievito per dolci

1/2 tazzina di anice

olio di semi di girasole per friggere

zucchero a velo o miele per decorazione finale

Procedimento

Sbattete dapprima le uova con lo zucchero poi aggiungete gradualmente tutti gli ingredienti liquidi ed infine la farina ed il lievito.

Lasciate riposare per una decina di minuti.

Preparate una pentola alta in cui farete scaldare l’olio di semi ed un vassoio con carta assorbente da cucina.

Appena l’olio comincerà a fare le bollicine ( se avete un termometro verificate che la temperatura dell’olio non superi i 180°) iniziate a prendere l’impasto e tuffatene un cucchiaino alla volta nell’olio.

Vedrete che se l’olio e caldo al punto giusto verranno subito a galla gonfiandosi ed arrotondandosi da sole.

Giratele non appena saranno dorate.

La temperatura dell’olio è importantissima, poiché se troppo alta le castagnole si scuriranno solo all’esterno rimanendo crude all’interno.

Scolatele mano a mano sul vassoio aiutandovi con una schiumarola.

Appena fredde spolverizzate abbondante zucchero a velo o del miele a filo.

Occhi di bue

Ingredienti:

350 gr di farina 00

50 gr di fecola di patate

230 gr di burro a temperatura ambiente

100 gr di zucchero a velo

50 gr di zucchero semolato

2 uova intere LiberovoBio

1 bustina di vanillina

1 cucchiaino di lievito per dolci

Procedimento

Mescolate la farina con la fecola ed il lievito e disponete a fontana sul vostro piano da lavoro; mettete al centro tutti gli ingredienti ed il burro ammorbidito e lavorate dapprima con le dita e mano a mano impastate il tutto fino ad ottenere un panetto che lascerete riposare per una mezz’ora circa in frigorifero foderato con pellicola.

Trascorso il tempo stendete col mattarello fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di circa mezzo centimetro, aiutandovi con della farina per evitare che l’impasto si attacchi al piano da lavoro o alle vostre mani.

A questo punto realizzate dei cerchi doppi di cui un forato al centro; disponete mano a mano su una leccarda rivestita di carta forno e cuocete in forno ventilato già caldo a 180° per 15/20 min. o finché saranno dorati.

Dopo la cottura vi dedicherete alla farcitura a vostro piacimento (potete utilizzare confetture, crema al cioccolato, marmellate), sovrapponendo ai cerchi di frolla interi quelli forati; infine spolverate su ciascun biscotto dello zucchero a velo.

Se volete, potete gustarli con un passito della Cantina di Filippo, PerOlga è un abbinamento ideale.

 

Macine

Ingredienti

100 g di zucchero semolato

1 uovo LiberovoBio

125 g di burro

5 cucchiai di panna fresca

200 g di farina 00

50 g di farina di riso

1 bustina di vanillina

1 cucchiaino di lievito

Procedimento

Preparate la frolla lavorando in una scodella il burro con lo zucchero e l’uovo; aggiungete poi la panna ed in ultimo le farine, la vanillina, il lievito per dolci.

Amalgamate per bene e lavorate fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo che lascerete riposare una mezz’ora circa in frigorifero foderato con pellicola.

Stendete poi l’impasto ed iniziate a ricavare tante ciambelline; potete utilizzare ciò che avete a disposizione in casa, siano essi dei coppapasta o dei tagliabiscotti.

Fate il forellino centrale e disponete mano a mano su una leccarda rivestita di carta forno.

Cuocete per circa 15 minuti a 180° in forno ventilato.