Torta soffice alla ricotta con gocce di cioccolato

Ingredienti:

4 uova

200 g di zucchero semolato

320 g di farina 00

Scorza di limone grattugiata

250 g di ricotta vaccina

120 g olio di semi di girasole

Una bustina di  lievito per dolci

100 g di gocce cioccolato

Procedimento

Mettete le uova con lo zucchero in una planetaria e lavoratele per qualche minuto.

Dopo iniziate a versare gradatamente tutti gli altri ingredienti aggiungendo la farina un cucchiaio alla volta; infine incorporate il lievito per dolci e le gocce di cioccolato.

Imburrate ed infarinate una tortiera del diametro di 26 cm o se preferite realizzare un ciambellone fate lo stesso con l’apposito stampo. Trasferite il composto nella tortiera ed ultimate spolverando sulla superficie una manciata di zucchero semolato, ciò contribuirĂ  alla realizzazione di una deliziosa crosticina.

Infornate a 180° per 45 minuti in forno statico.

Verificate sempre la cottura con uno stuzzichino di legno prima di sfornare.

Lo stesso composto può essere utilizzato anche per realizzare dei pratici muffin.

Muffin con gocce di cioccolato

200 g di farina

120 g di zucchero

125 g di burro

150 ml di latte 2 tuorli

1 bustina di lievito vanigliato per dolci

80 g di gocce di cioccolato

un pizzico di sale

Sono il compagno ideale delle merende dei ragazzi, la base per una colazione genuina, alcuni dei dolci più versatili considerando tutte le varianti che se ne possono fare. Parliamo dei muffins.

Andiamo insieme a scoprire la loro origine che pare debba essere fatta risalire al 1700 in Inghilterra quando il termine “Muffin” comparve per la prima volta. La parola sembrerebbe provenire dal francese“moufflet” che indicava un pane molto morbido o forse dal tedesco “muffe” che è invece una specie di torta. Fatto sta che questi dolcetti, originariamente così piccoli da poter essere mangiati in un sol boccone e che erano fatti con farina, latte, burro, lievito e sale, comparvero per la prima volta nel Galles nel XVI secolo.

Venivano preparati dai fornai per la servitù utilizzando gli avanzi di pane, di farina e di frutta. Fu solo nell’età vittoriana che anche la nobiltà si accorse dei piccoli muffins che presto diventarono l’accompagnamento preferito del classico tè all’inglese.

Dalla popolarità dei Muffins si giunse alla coniazione del termine “Muffin Men” per indicare nell’era vittoriana gli “Uomini Muffin” , cioè coloro che giravano per la città portando i dolcetti sulla testa o appesi al collo su vassoietti di legno. Il loro arrivo era annunciato dal suono di una campanella e queste ultime divennero talmente numerose che nel 1840 un Atto del Parlamento decise che il loro suono andava vietato; provvedimento che, peraltro, restò inosservato.

Quando giunsero in America nel XIX secolo i Muffins subirono qualche cambiamento. Innanzitutto, come si addice a tutto ciò che è americano, i dolcetti si ingrandirono; poi si elevarono in altezza a differenza di quelli inglesi che sono invece più piatti; infine, ne furono inventate innumerevoli varianti e soprattutto fu aggiunta una maggiore quantità di zucchero.

In America esistono Muffins di ogni specie, con spezie, datteri, mele, orzo, mais, ribes, uvetta, noci, patate, riso, prosciutto, bacon e zucca. Tre Stati americani hanno addirittura un loro muffin ufficiale: il Massachussets ha quello al mais, lo stato di New York quello alle mele e il Minnesota quello ai mirtilli.

Se siete curiosi di conoscere i nostri muffins con gocce di cioccolato ecco cosa fare:

Procedimento

Sciogliete il burro in un pentolino; mescolate i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso;

aggiungete il burro ed un pizzico di sale, la farina poco alla volta ed il latte; mescolate bene affinché non si formino grumi; infine, aggiungete le gocce di cioccolato ed il lievito.

Prendete la vostra teglia per muffin ed inserite i pirottini di carta poi versatevi il composto.

Infornate in forno preriscaldato a 180°per circa 20 minuti.